Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2011

Sangue d'amore

Sto seduto accanto a lei, la osservo tristemente. Ha il capo voltato dall’altra parte, verso la finestra. I capelli scuri le ricadono sul volto e macchiano il cuscino candido. Sembrano dei lunghi serpenti sottili che fuggono in ogni direzione, che si raccolgono, si scontrano e si riposano.

Il suo corpo è nascosto dal lenzuolo. E’ di certo calda, la sento respirare lentamente, in modo cadenzato, a intervalli regolari, chissà se anche il suo cuore è cosi regolare o se si è dimenticato cosa significhi accelerare i battiti.

Distolgo lo sguardo verso la finestra da cui penetrano a fatica i raggi luminosi ostacolati dalla pesante tenda.
Per me il suo cuore ha smesso di battere.
Ho sbagliato troppo e forse è meglio cosi.

Per lei.

Non sopporto, non posso sopportare il dolore che seguirà quando se ne andrà via.
Qualche tempo fa ho scelto di togliermi la vita piuttosto che perderla, ora mi chiedo cosa fare.

Nulla ha più senso. Non senza lei.

Mi ha accerchiato, mi ha soffocato, mi ha dissanguato, mi…